DLF Roma


RSS News


C'era una scuola - Elio Pecora

C'era una scuola con due finestre,
c'era una classe con due maestre,
una lavagna sopra due zampe
ed una scala con quattro rampe.

Le due finestre erano basse,
le due maestre erano grasse,
sulla lavagna c'era una scritta,
la scala andava fino in soffitta.

Nelle finestre sull'orizzonte
passò un aereo sopra un ponte,
accanto al ponte c'era un tiglio,
sotto il tiglio c'era un coniglio.
Una maestra strillava troppo,
l'altra trovava sempre un intoppo,
una gridava: "Zitti, bambini!,
l'altra ordinava: "Due T a gattini!"

Sulla lavagna c'era una frase:
"Quattro gattini dentro due case
stanno giocando nella cucina,
intanto in topo ruba in cantina."

Sotto la scala la campanella
l'ora attendeva, sì, sempre quella
che manda a casa tutti i bambini
e fa saltare tutti i gradini.

C'era una scuola con due finestre,
c'era una classe con due maestre,
una lavagna sopra due zampe



Elio Pecora

Poeta e prosatore italiano. E’ autore di poesie, romanzi, saggi critici, testi teatrali, prose e poesie per bambini. Ha curato antologie di poesia italiana e letture pubbliche di poesia. Ha collaborato a quotidiani, settimanali, riviste, programmi Rai. Dirige la rivista internazionale "Poeti e poesia". E’ nato a Sant’Arsenio (Salerno) il 5 aprile 1936. Il padre Arsenio era un ufficiale della Marina Militare Italiana, passato poi nella Marina Mercantile. Alla madre, Elena D’Aromando, E.P. ha dedicato in vita un gruppo di poesie e in morte un poemetto apparso nel 2011, Nel tempo della madre. A Napoli E.P. compone le sue prime poesie, successivamente distrutte. Nel 1974 a Roma, conosce e frequenta molte persone della letteratura e delle arti. Fra questi, oltre a J.R.Wilcock, del quale nel 1969 è ospite per alcuni mesi nella campagna di Velletri, è legato da forti amicizie ad Alberto Moravia, Elsa Morante, Aldo Palazzeschi, Sandro Penna, Dario Bellezza, Amelia Rosselli, Elsa de Giorgi, Francesca Sanvitale, a musicisti fra cui Goffredo Petrassi e Mauro Bortolotti, a pittori come Fabrizio Clerici, Carlo Cattaneo, Domenico Colantoni, a registi come Lizzani, a critici come Kezich, ad antropologi come Giancarlo Scoditti, Ida Magli, Luigi Lombardi Satriani. Prima collaboratore, poi presidente dell’Unione Lettori Italiani, cura a Roma un numero fittissimo di presentazioni di libri e di autori negli Studi del Canova e nella Libreria Bibli. Dirige dal 2004 il quadrimestrale internazionale "Poeti e Poesia", edizioni Pagine . La rivista è ordinata in sezioni: poeti italiani, poeti stranieri con testo a fronte, un poeta da rileggere, saggi e annotazioni, periscopio con recensioni scelte di Roberto Deidier. E’ nella giuria dei premi : Sandro Penna- Città della Pieve, Procida-Elsa Morante, Terni-Luciana Notari, Pescara- Nord-Sud, Goliarda Sapienza-Rebibbia. Fra i premi ricevuti: Città di Enna per il romanzo(1981), il Castiglioncello per la biografia (1984), IDI (Istituto del Dramma Italiano) per il teatro (1987); e per la poesia: il Circe Sabaudia 81987) , il Matacotta (1987), il Calliope (1987), il Premio Salerno-Alfonso Gatto (1997), il Premio Internazionale Le Muse (1997), il Premio Venezia (1997), il Premio Dessì (2001), il Premio Internazionale Mondello (2008), il Premio Frascati (2008), il Premio Penne (2008), il Premio Il Fiore (2008), il Premio Cesare De Lollis (2008), il Premio Fontevivo (2008), il Premio Tagliacozzo (2010), il Premio Sant’Elia Fiumerapido (2011), e per la traduzione il Premio Lionello Fiumi (2012). Nel 2006 l’Università di Palermo, Facoltà di Scienze della Formazione, lo ha insignito della "Laurea ad honorem in Scienze della Comunicazione". Nello stesso anno le Edizioni San Marco dei Giustiniani hanno pubblicato, a cura di Roberto Deidier, Geografie primaverili (poesie per Elio Pecora di quarantuno poeti italiani, da Antonella Anedda a Iolanda Insana, da Franco Loi a Valerio Magrelli).

Loading ...