DLF Roma


RSS News


Uomini e no - Elio Vittorini

"Non bisogna" il vecchio disse, "piangere per loro".
"Non bisogna piangere?" disse Berta.
"No figliola. Non del sangue che oggi è sparso".
"Non dell'offesa? Non del dolore?"
"Se piangiamo accettiamo. Non bisogna accettare".

"Gli uomini sono uccisi e non bisogna piangere?"
"Certo che no! Che facciamo se piangiamo? Rendiamo inutile ogni cosa che è stata".
"Ma che dobbiamo fare?"
"Oh!" il vecchio rispose "Dobbiamo imparare".
"Imparare dai morti?"
"Si capisce. Da chi si può imparare se non da loro? Loro soltanto insegnano".
"Imparare che cosa?" chiese Berta. "Cos'è che insegnano?".
"Quello per cui" il vecchio disse "sono morti".

da 'Uomini e no', di Elio Vittorini





Elio Vittorini - Scrittore italiano (Siracusa 1907 - Milano 1966).
Autore agli inizi oscillante tra i toni di una memoria proustiana e quelli di un realismo spesso crudo, V. finì per elaborare  una forma di racconto fra il reale e il simbolico, dove si avverte l'influsso dei narratori americani e dove una liricità quasi ermetica si accorda con il parlato proprio della rappresentazione oggettiva.
Tra i romanzi: Uomini e no (1945), Le donne di Messina (1949), Le città del mondo (postumo, 1969).


Loading ...